Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 13:02 - 28/2/2015
  • 343 utenti online
  • 14645 visite ieri
  • [protetta]

Concordo con Lei , il nostro grosso problema , il fattore cruciale attorno al quale ruota la nostra sicurezza , sono i campi rom ! Certo però anche tutte quelle persone abbronzate che sbarcano a Lampedusa .....
Vorrei aggiungere che i campi Rom e la loro manutenzione sono pagati da noi cittadini, spesso con fondi sottratti all'erogazione di servizi riguardanti scuole, centri di assistenza, aiuti agli anziani, .....
CALCIO TERZA CATEGORIA
CICLISMO

E’ un team concentrato, quello che attende trepidante il momento del debutto su strada: le atlete della Inpa Sottoli Bianchi Giusfredi sono finalmente pronte a mettere il primo dorsale sulla loro nuova maglia e questo accadrà il 28 febbraio sulle impietose strade del Belgio.

BOCCE
Fine settimana molto interessante che vedrà scendere in campo le nostre tre bocciofile valdinievoline,iniziamo dalla Montecatini Avis che,nel campionato di serie A,avrà l'ingrato compito di incontrare in trasferta la capolista Boville di Marino (RM) seria candidata al titolo nazionale.
VOLLEY

Impegno sulla carta piuttosto proibitivo per la Serie C dell'Enegan Pallavolo Monsummano. Sabato 28 febbraio (fischio d'inizio ore 21,15) al Palapertini, per la seconda partita di fila sul parquet di casa, arriva il forte Cus Siena.

CALCIO TERZA CATEGORIA COPPA
VOLLEY

Ventiquattro punti, otto vittorie in altrettante gare, nessun set lasciato alle avversarie.

Podismo
TIRO A SEGNO

Sono loro i futuri campioni di Tiro a Segno, i protagonisti del Trofeo Peter Pan, andato in scena in parallelo con la prima prova del Campionato Regionale presso la sezione di tiro a segno di Pescia.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecartini è dedicata all'ultimo libro di Fabio Genovesi.

none_o

La mostra “Cesare Vagarini. Ricordi da Sant’Anna di Stazzema” è prorogata al 6 aprile.

none_o

"Gocce di cultura 2015" (10 marzo–14 aprile): cinque incontri che si susseguiranno per un mese in biblioteca.

none_o

Monsummano Terme ha ospitato la presentazione di un libro scritto da una pesciatina DOC, Cristina Biagi

Carissimi figlioli sparsi per l'intero mondo,
vi dico chiaro .....
Delle feste rieccoci a ridosso.
Gente al verde
notti in bianco
conti .....
SANITA', SALUTE E DINTORNI
di Claudio Guerra

Con la recente delibera approvata dalla Giunta il Codice rosa è presente in tutta la Toscana.

MOVIMENTO E BENESSERE
di Gabriele Giachi

Qualcosa di nuovo, di diverso, divertente, inedito, aggregante e…geniale.

Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
L’Agenzia Formativa Ascom Servizi Confcommercio informa che .....
L’Agenzia Formativa Ascom Servizi Confcommercio informa che .....
Gennaio e Febbraio
Info 333 2117973
Corso di Ricostruzione .....
VALDINIEVOLE
Falso pecorino: anche il consiglio provinciale in difesa del made in Italy

19/4/2012 - 13:16

“L'immagine 'Italia' è la somma di tante immagini, che vanno tutte tutelate”. Con queste parole Mauro Mari, assessore all'agricoltura della provincia di Pistoia, ha iniziato il proprio intervento, prima che il consiglio provinciale approvasse, all'unanimità, l'ordine del giorno d'iniziativa dello stesso assessore sulle 'Azioni territoriali a sostegno del vero made in Italy agroalimentare'.
Il documento votato dalla provincia di Pistoia mette il sigillo all'adesione di quasi tutte le istituzioni pistoiesi all'iniziativa nazionale di Coldiretti, che ha preso spunto dalla vicenda Simest: società controllata dal governo italiano che, con soldi pubblici, ha finanziato la produzione e commercializzazione di prodotti con nomi italiani ma che di italiano non avevano nulla (l'Italian sounding, ad esempio un formaggio chiamato pecorino prodotto in Romania). Il governo ha di recente obbligato Simest a vendere le attività in aziende che sfruttano l'Italian sounding, ma la battaglia per tutelare il vero made in Italy agroalimentare continua, anche perché l'utilizzo improprio di nomi che richiamano l'Italia sottrae all'economia nazionale oltre 60 miliardi di euro ogni anno.
“Per questo prendiamo atto con soddisfazione dell'ordine del giorno approvato dalla nostra provincia - spiega Riccardo Andreini, presidente di Coldiretti Pistoia - che si aggiunge a quelli approvati da 20 dei 22 comuni pistoiesi”.
In provincia, solo Camera di commercio, comune di Pistoia e di Montecatini non hanno approvato il documento.
L'ordine del giorno approvato in provincia è frutto di una elaborazione avvenuta nell'ambito del parlamentino pistoiese, che 'prende atto dell'iniziativa di Coldiretti' e della condivisione dell'iniziativa da parte delle altre organizzazioni agricole.
Il documento approvato invita la regione Toscana ed il governo nazionale ad intraprendere concrete iniziative di sostegno delle produzioni italiane originali ed a promuovere provvedimenti legislativi per il riconoscimento dell'origine dei prodotti agricoli produzioni tipiche con azioni di tutela almeno a livello europeo e chiede alla giunta provinciale di assumere tutte le iniziative utili a contrastare il rischio che la commercializzazione di prodotti di imitazione danneggi l'immagine del nostro territorio e delle produzioni tipiche locali.
La discussione in consiglio provinciale ha visto l'intervento di molti consiglieri e dell'assessore allo sviluppo sostenibile, Paolo Magnanensi, che hanno messo in luce, come la tutela dei prodotti tipici siano importante fattore competitivo e sinergico rispetto ad altri ambiti (ad esempio col turismo).



Fonte: Coldiretti
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: